Come Aprire Piadineria in Franchising

La piadina è un prodotto gastronomico tipico e rinomato in tutta Italia. Il successo di questo prodotto è la sua semplicità e l’utilizzo di materie prime nazionali fresche. La piadina si può consumare in qualsiasi momento della giornata e viene farcita in maniera tradizionale oppure alternativa infatti, i menù comprendono anche versioni dolci. Oltre alla piadina si possono commercializzare i rotoli o i cascioni.

Aprire una piadineria in franchising comporta un piccolo investimento iniziale che garantisce, nel tempo, buoni affari. Per superare gli scogli della pubblicità, dell’acquisto dei macchinari sempre più persone optano per il franchising.

Le opportunità sono molto numerose e ogni casa madre offre dei privilegi come non richiedere royalties oppure corsi gratuiti di piadina e così via.

Ovviamente bisogna disporre di un piccolo capitale iniziale, perché spesso alcune spese, come quelle relative alla sistemazione del locale sono a carico degli affiliati.

In genere viene richiesto un locale non troppo grande, con una dimensione che si aggira attorno ai 40-50 mq. La scelta deve ricadere su edifici posti in vie trafficate dove però sia facile parcheggiare. Per questo motivo molti franchisor preferiscono che i loro affiliati aprano la piadineria presso gallerie o centri commerciali. Qui la disponibilità di parcheggio è molto ampia e i clienti trovano tutto ciò che gli è utile per passare una giornata diversa.

E’ importante avere lo spazio necessario per sistemare dei tavolini con le relative sedie, in modo da poter offrire anche un servizio ai tavoli. Questa regola vale anche per piadinerie in franchising aperte in città. Aprire una piadineria in franchising, significa usare un marchio già noto e diffuso, che è garanzia di riuscita economica; le case madri offrono inoltre assistenza per le fasi iniziali dell’attività e per l’utilizzo dei software e delle attrezzature specifiche. Per tutto il tempo di durata del contratto l’assistenza è sempre garantita.

Il franchisor si occupa anche di studiare l’allestimento e l’arredamento del locale, di stilare i menù e di fornire sia ricette classiche che stuzzicanti varianti.

I corsi offerti dalle case madri sono indispensabili per affrontare al meglio la gestione della piadineria. Vengono affrontati tutti gli argomenti inerenti alla preparazione e cottura della piadina: dall’impasto, al porzionamento sino alla cottura. Frequentare questi corsi permette anche di capire come vendere bene il prodotto e come presentarlo al meglio, per invogliare il cliente.

Inoltre viene illustrato come acquistare le materie prime, le farciture e come utilizzare i macchinari.

La casa madre si occupa del collaudo e a volte anche di organizzare l’inaugurazione del locale; altro punto importante è la pubblicità. Il franchising si occupa direttamente di fare volantinaggio, dell’affissione dei cartelloni e di posizionare le insegne. Per avere successo la pubblicità e la bontà della piadina sono armi vincenti.

Per aprire una piadineria in franchising è indispensabile che sul punto vendita siano presenti almeno due professionisti che possono essere dipendenti, soci o il titolare ed un dipendente.

Il personale deve aver seguito i corsi e deve essere sorridente e cordiali col cliente.

Le case madri puntano molto alla fidelizzazione del cliente, infatti quest’argomento è spesso trattato anche nei corsi di formazione che propongono ai loro affiliati.

Il servizio deve essere impeccabile, veloce e cordiale; il locale deve essere accogliente, dotato di un’insegna e di un cartellone esterno con il menù.

Il successo di una piadineria in franchising è legato al personale che vi lavora ma anche al tipo di prodotto che viene venduto. E’ importante che la piadina sia genuina, impastata e farcita con prodotti freschi e di qualità e che abbia un buon rapporto qualità/prezzo.

Prima di firmare il contratto con la casa madre, informatevi sulla durata minima del contratto e sull’eventuale pagamento di royalities e del canone mensile. Per scegliere al meglio è necessario cercare contratti dove sia l’affiliato che l’affiliante abbiano una determinata convenienza che lasci però uno spazio alle decisioni personali.

Scegliere una buona casa madre significa avere successo e avere i tavolini sempre pieni. La scelta di un bel locale, la sua ottima posizione, la pubblicità e un marchio conosciuto sono gli aspetti più importanti che conducono ad avere buoni introiti.

Sul web esistono infinite proposte delle diverse case madri che offrono un consulto in maniera gratuita, compilando semplicemente un questionario on line.