Come Ricaricare Carta Prepagata con un Bonifico

Alcune carte prepagate anche se non sono delle carte conto, quindi non hanno l’Iban si possono ricaricare anche con bonifico bancario effettuato sia da conto corrente bancario che postale.

Per sapere se la vostra carta prepagata può essere caricata con bonifico, anche se alla carta non è associato l’Iban, controllate sul sito internet della carta o chiedete in banca. Risulta essere possibile ricaricare questo tipo di carte effettuando un bonifico a un Iban rilasciato dalla banca. E il conto da dove si effettua il bonifico deve essere intestato allo stesso intestatario della carta prepagata. Su questo tipo di carte non possono arrivare bonifici da altri conti correnti diversi da quello del titolare della carta.
Sono accettati bonifici inviati non solo dal conto corrente bancario ma anche postale.

Di solito quando si ricaricano questo tipo di carte la procedura standard vuole che si inserisca l’Iban comunicato dalla banca nel campo delle coordinate bancarie, nel campo beneficiario va inserito il nome e cognome del titolare della carta, nella voce causale il numero della carta da ricaricare.

Per ricaricare la carta dal conto BancoPosta una volta entrati nel vostro conto online, cliccate in alto nella pagina trasferimento fondi e poi cliccate su bonifico, infine su bonifico ordinario.

Adesso non dovete fare altro che inserire i dati. Il campo causale dove dovete inserire il numero della carta non è dove c’è scritto Causale ABI, dove va inserito il codice a due cifre dell’operazione, che può essere lasciato anche vuoto e consente di specificare la causale ABI nei bonifici, ma è il campo Comunicazioni al beneficiario. In quel campo va inserito il numero della carta. Ciccate su continua per completare l’operazione e inserite la vostra carta Postamat nel lettore per ottenere il codice dell’operazione che servirà per completare l’operazione e inviare il bonifico. Ricordatevi di controllare l’importo minimo di ricarica della vostra carta, perché se effettuate una ricarica con importo più basso dell’importo minimo caricabile l’operazione non fa a buon fine e il bonifico ritorna indietro.